RU
EN
IT
INVITIAMO ALLA PARTECIPAZIONE
Il 25 - 26 ottobre 2019 a Irkutsk avrà luogo il Forum internazionale per la conservazione dell'architettura di legno «La citta vecchia nel mondo nuovo».

Obiettivo –
studiare l'esperienza internazionale nella sfera della formazione della cultura per conservare la architettura di legno a livello regionale, svolgere la discussione per creare centri regionali di risorse e metodologie e preparare le proposte agli organi di potere federali e regionali per migliorare la situazione nella sfera della conservazione dei monumenti dell'architettura di legno.

Nell'ambito del Forum si pianificano le relazioni con la presentazione delle esperienze che hanno alcuni territori, la presentazione aperta dell'esperienza della città di Irkutsk, fatta come «open-air» nella parte storica, conservata nella città di Irkutsk. Gli esperti di Irkutsk presenteranno l'esperienza e definiranno la problematica per conservare i monumenti di architettura di legno, dimostrando all'aperto le loro tesi, mostrando i monumenti concreti conservati di architettura di legno.

La seconda parte del Forum si svolgera in forma di tavola circolare, dove i partecipanti e gli esperti espimeranno le loro opinioni, discuteranno le proposte per risolvere i problemi.
Registrazione al Forum
Dopo la registrazione Lei sarà trasferito alla pagina del regolamento del Forum.
Le nostre notizie
Il progetto "La Città Vecchia nel mondo nuovo" prende il suo inizio dal progetto delle opere fotografiche "Finestre di Irkutsk. Porte di Venezia" iniziato nel 2016 per attirare l'attenzione degli abitanti di Irkutsk al problema della conservazione del patrimonio storico-culturale della nostra città. Per noi, creatori e organizzatori di questo progetto, è molto importante che coloro che sono coinvolti nel progetto o sono i suoi spettatori, riescano a capire il valore dei monumenti di architettura in legno, che ancora seguono a formare l'ambiente storico di Irkutsk e incantano i visitatori della nostra città. Perciò, guidati dal desiderio di dimostrare che la nostra città antica con le sue case in legno non è meno preziosa e interessante di molte città e cittadine europee , e che il mantenimento dell' autenticità storica è il compito di ogni cittadino, abbiamo bandito il concorso fotografico "Finestre di Irkutsk. Porte di Venezia". L'idea di unire le città così diverse in un progetto appartiene a Valerij Sirovskij, famoso maestro di fotografie di Mosca, amante dei viaggi, che ha prestato attenzione a come badano in Europa e, in particolare, a Venezia, i monumenti antichi che appartengono al passato, e come lo fanno in Siberia, a Irkutsk, città non meno preferita da lui. Quando a Venezia le secolare porte antiche si conservano come patrimonio della nazione, non si sostituiscono in plastica, non si bruciano e non si buttano via, a Irkutsk stesso, e in tutta la Russia, in generale, la tendenza, seguendo il retaggio dell'epoca sovietica, è inversa: "distruggere tutto e costruire un mondo nuovo".

Nel 2016 il concorso ha ricevuto più di 1600 fotografie delle finestre Irkutsk e delle porte veneziane che hanno mandato i cittadini di Irkutsk e gli abitanti di Italia. Sulla base di 300 immagini fotografiche selezionate , dei fatti storici e dei commenti degli esperti è stata preparata una mostra fotografica, allestita in piazze e vie della nostra città di Irkutsk, che ha contribuito all'inizio della discussione aperta del problema della conservazione del patrimonio in legno. Inoltre, quando il progetto ha cominciato il suo viaggio per l'Italia, abbiamo visto che si può risolvere non solo il problema sociale del sostegno culturale dei nostri connazionali: "Quando siamo arrivati alla mostra, abbiamo capito che siamo a casa, che siamo ancora russi", dicevano molti emigranti. Il progetto riguarda anche una questione attualmente molto importante per L'Europa che consiste en attirare l'attenzione dei giovani ai problemi della conservazione del patrimonio culturale delle città. È incredibile quanto interessante si sia rivelata la mostra. Molti italiani per la prima volta hanno scoperto una città siberiana, antica, unica, con le case ornate con il famoso merletto di legno. Qualcuno ha detto che aveva sempre sognato di fare un viaggio nella lontana Siberia.

Nel 2019 il progetto si estende, occupando un livello piu alto sotto il nome di "Città vecchia nel mondo nuovo". Ai margini di questo progetto si organizza il Festival omonimo Internazionale del cinema e il Forum dedicato alle problematiche della conservazione dell'architettura in legno delle città russe. Vogliamo ampiare i formati di lavoro con il pubblico, sia a Irkutsk sia in altre città russe e italiane.

Vogliamo mostrarvi come tutti che sono appassionati per le loro città, villaggi, qualsiasi luogo, vicoletto, li vedono nel mondo moderno, dove inesorabilmente, nei quartieri tipici moderni, tra i grattacieli, si nascondono, come segni storici, i posticini accoglienti dei secoli passati, che ci dicono che furono creati per noi dai nostri antenati, e come l'uomo moderno interagisce con la città moderna, come si influenzano a vicenda.

Vogliamo, che ci siano più persone che apprezzino, che prestino attenzione ai luoghi dove vivono, dove crescono i loro figli, per capire che questo tema non conosce confini ed è molto importante conservare il patrimonio ereditato in ogni luogo del nostro pianeta.

Dopo il successo della mostra " Finestre di Irkutsk. Porte di Venezia» abbiamo creato il progetto, che ha ricevuto il sostegno della Fondazione presidenziali di sovvenzioni. Vogliamo che a questo progetto partecipino ogni volta piu persone di tutto il mondo, e, soprattutto, quelle che sanno apprezzare il patrimonio culturale che hanno ereditato. Come risultato è apparso un gran progetto "La città vecchia nel mondo nuovo ", nel 2019 si prevedono le seguenti attività:

* Festival Internazionale del cinema "La città vecchia nel mondo nuovo" (Finale, la citta di Irkutsk , Russia)
* Mostra fotografica internazionale "Finestre di Irkutsk. Porte di Venezia" (Russia, Italia)
* Forum "La città vecchia nel mondo nuovo" (Irkutsk, Russia)


La dimostrazione delle opere dei vincitori del Festival del cinema sarà inserita nelle fasi finali della mostra fotografica "Finestre di Irkutsk. Porte di Venezia" che nel 2019 si svolgeranno a Venezia, Verona, Mosca e Irkutsk. Il Forum Internazionale "La città vecchia nel mondo nuovo" includerà le pratiche migliori per interessare i residenti locali nella conservazione del patrimonio storico-culturale in diverse parti del mondo. Il risultato di questo progetto comprende la creazione di una speciale comunità internazionale di conoscitori delle vecchie città, che possano esprimere il loro punto di vista e il loro atteggiamento verso la citta vecchia e la conservazione del patrimonio storico-culturale.

Il Festival del cinema «La città vecchia nel mondo nuovo» è l'evoluzione del progetto fotografico «Le finestre di Irkutsk. Le porte di Venezia» che in due anni ha conquistato i cuori non solo dei cittadini di Irkutsk e degli ospiti della città ma anche dei connazionali russi che vivono in Italia e degli italiani stessi.

Il Festival del cinema «La città vecchia nel mondo nuovo» usa il linguaggio del cinema e della videoripresa per fare vedere il patrimonio culturale attraverso il prisma degli obiettivi delle fotocamere degli autori e dei registi russi ed italiani.

Il festival del cinema è un modo per trasmettere l'immagine della regione, un modo di attirare l'attenzione dell'opinione pubblica all'importanza del patrimonio storico-artistico in qualsiasi città del mondo. E' uno spazio dove si incontrano e interagiscono sia amatori e professionisti di questo settore che i giovani registi provenienti da diversi paesi, è una possibilità di scambiare le esperienze e di comunicare.

Il Festival è stato organizzato dalla Fondazione comunale di beneficenza "Patrimonio dei mecenati di Irkutsk" con il sostegno della Fondazione presidenziale di sovvenzioni della Federazione Russa.

Luogo: Russia (Irkutsk, Mosca) e Italia (Verona, Venezia).

Il Festival del cinema si prefigge di mettere a punto le strategie per concentrare l'attenzione pubblica intorno al problema della conservazione del patrimonio culturale delle città con una lunga storia, conservare il patrimonio architettonico, attirare attenzione sui capolavori dell'architettura in legno, studiare il fenomeno culturale della «città vecchia» e l'interazione tra la citta e l'uomo.

Gli obiettivi del Festival:
- organizzazione del concorso aperto per amatori e professionisti del settore cinematografico;
- stimolazione della produzione di film sui temi dedicati al patrimonio storico-culturale con la possibilità di scambiare esperienze a livello internazionale, di stringere nuovi rapporti culturali e di consolidare il livello intelettuale e il potenziale creativo della nazione;
- coinvolgimento di studi cinematografici e società radiotelevisive russi e italiani, scambio di esperienze, attivazione del processo artistico e perfezionamento del livello professionale;
- incremento di interesse per il cinema regionale;
- consolidamento delle tradizioni del dialogo internazionale tra cineasti italiani e russi a proposito di soluzioni dei problemi dello sviluppo delle città con un patrimonio storico, della cultura e delle innovazioni;
- far conoscere al pubblico la cultura contemporanea delle città storiche russe e italiane.

La cerimonia solenne della presentazione dei risultati del Festival del cinema "La città vecchia nel mondo nuovo" si è celebrata il 19 aprile 2019 nella città di Irkutsk.

I partecipanti al concorso, residenti delle città che hanno più di 300 anni, hanno presentato circa 50 opere cinematografiche .

- Nomination "Il miglior video": "Come fungo", regista: Gennady Kuznetsov, Irkutsk.
- Nomination "Il miglior documentario": "Irkutsk con noi?", regista: Maria Keltchevskaya, Irkutsk.
- Nomination "Il miglior film a soggetto": "Fuoco", regista: Maria Shulghina, San Pietroburgo.

Le opere dei vincitori sono state premiate dalla Banca "Bank Bajkalskij PAO Sberbank" della Federazione Russa, partner del Festival del cinema.

Vincitori delle nomination complementari del Festival del cinema:
- Nomination "Lezioni di etnografia e di storia locale", documentari: "La Terra del Santo", regista Irina Ternovaja, Irkutsk; "Ricchezza imperitura", regista Maria Aristova, Irkutsk.
- Nomination "Heroe del nostro tempo", documentari: "Rifugio per i libri", regista Irina Ivascenko, Irkutsk; "Liova, sei un pazzo", regista Nadezhda Khlystova, Ulan-Ude.

Giuria: presidente della giuria Valery Sirovsky (pittore, fotografo, scrittore), Olga Strada (addetto culturale dell'Ambasciata d'Italia in Russia), Andrey Мerslikin (attore), Anna Matison (regista, sceneggiatore), Julia Ivanova (produttore cinematografico), Gianpaolo Lupori (regista, operatore), Olga Belskaya (regista), Dmitry Slobodtchikov (regista, operatore), Andrea De Fusko (regista, fotografio, pittore).

Le opere dei vincitori e del programma del concurso del Festival del cinema russo-italiano "La città vecchia nel mondo nuovo" sono state mostrate al cinema «Casa del cinema» (Irkutsk), e saranno inserite nelle fasi finali della mostra fotografica "Finestre di Irkutsk. Porte di Venezia" che si svolgeranno a Venezia, a Verona, a Mosca e a Irkutsk nel 2019.

Il progetto è stato realizzato con il supporto di:
La Camera pubblica della Federazione Russa, l'Istituto Italiano di cultura a Mosca, la Società per la conservazione dei monumenti della storia e della cultura, La Camera pubblica della regione di Irkutsk, L'Istituto regionale statale autonomo di cultura «Fondazione cinematografica regionale di Irkutsk», Il Dipartimento regionale di Irkutsk dell'Organizzazione sociale di Russia «L'associazione dei cineasti della Federazione Russa».

Per la prima volta la mostra chiamata "Le finestre di Irkutsk. Le porte di Venezia" si è svolta ad Irkutsk nel 2016. Noi abbiamo scelto circa 300 fotografie per una mostra allestita a Irkutsk tra le 1600 che ci sono state inviate sia dalla Russia che dall'Italia.

Il progetto internazionale "Finestre Irkutsk. Porte di Venezia" non è solo una raccolta di fotografie interessanti, ma è un ampio movimento educativo-culturale che deve attirare l'attenzione degli abitanti delle città grandi e piccole al retaggio del passato che sta sparendo. Inoltre, alcuni stand espositivi sono dedicati ai rapporti storici e culturali, che hanno unito l'Italia e la Russia nella seconda metà del 19 secolo e all' inizio del 20 secolo. Sono dedicati agli ingegneri e operai italiani che hanno partecipato alla costruzione della Transibiriana, agli italiani che hanno aperto a Irkutsk i primi cinema e studi di fotografia, che hanno creato mosaici decorativi nei luoghi pubblici conservati fino ai nostri giorni. Irkutsk e Venezia sono le citta, separate da migliaia di chilometri di strade e da secoli di storia, ma unite dai momenti che si sono fermati nella storia, dai messaggi lasciati dai nostri antenati e conservati per miracolo fino ai nostri giorni. Questi messaggi, incarnati in legno, metallo e pietra, possono essere letti e decifrati non solo da noi, ma anche dalle generazioni future.

L'idea di una mostra sull'importanza della custodia del patrimonio storico e architettonico ha commosso i cuori non soltanto dei cittadini di Irkutsk e dei compatrioti russi residenti in Italia, ma anche del pubblico italiano, delle associazioni artistiche e culturali. Ci sono anche il governo e mass media a mostrare interesse per il progetto.

In autunno del 2017 il progetto è stato invitato alla partecipazione del festival di legno in città di Cantù (Italia, il lago di Como), dove si è svolta una presentazione del progetto e sono state presentate 62 opere, scelte dagli organizzatori del festival.

Le tappe principali della realizzazione del progetto sono:
Dal luglio del 2016 fino ad oggi. La mostra ad Irkutsk
Dal 23 settembre all'8 ottobre del 2017. Il festival di legno (Italia, il lago di Como)
Dal 12 gennaio al 23 gennaio del 2018. Il centro russo della scienza e cultura. (Roma, Italia)
Dal 17 febbraio al 17 marzo del 2018. La fabbrica della ceramica "Grazia" (XVI в.) (Deruta, Umbria, Italia)
Il maggio del 2018. Il progetto ha ricevuto il patronato dell'ambasciata della Federazione Russa nella Repubblica italiana
Dall'11 maggio al 27 maggio del 2018. (Camposano, Napoli, Italia)
L'ottobre del 2018. Il progetto è stato sostenuto dalla fondazione delle borse presidenziali della Federazione Russa
Dal 7 dicembre del 2018 al 15 gennaio del 2019. Palazzo Farnese (XV в.) (Ortona, Abruzzo, Italia)

Il formato video è la continuazione logica della mostra. Il finale del Festivale Internazionale del cinema "La città vecchia nel mondo nuovo" ha avuto luogo nella città di Irkutsk il 19 aprile 2019.

Attualmente si sta preparando l'organizzazione della mostra a Verona con il patrocinio dell'amministrazione di Verona e dell'Associazione Culturale "Casa Russa" a Verona, a Venezia, con il patrocinio del Consiglio Regionale di Veneto (Venezia, Italia) e l'Associazione Culturale "Casa Russa" di Verona. La mostra anche sarà presentata a Mosca nelle sale della Società nazione de Russia per la protezione dei monumenti di storia e di cultura, e a Irkutsk nell'ambito del Forum internazionale per la conservazione dell'architettura in legno "La città vecchia nel mondo nuovo".

Nell'ambito delle mostre, i visitatori potranno vedere le opere dei vincitori e quelle del programa del concorso del Festival del cinema russo-italiano "La città vecchia nel mondo nuovo".

«Il Progetto «Le Finestre Di Irkutsk. Le Porte di Venezia» è un viaggio nel mondo della storia, dell'architettura e dell'arte del legno, nel mondo dell'amore per il prorpio paese. Questo è uno sguardo di centinaia di persone, come vedono la loro città natale, la bellezza della citta', i suoi dettagli piu belli, quella unicità, che vogliono vedere tutti i turisti, ma a volte non la riescono a vedere gli abitanti della citta'. Lo scopo della nostra mostra e' far prestare attenzione al nostro patrimonio ereditato che si conserva ancora a Irkutsk. Nella nostra citta' di legno viene accumulata l'energia di tutti i secoli della sua esistenza e la citta' deve conservarla...» - dice il direttore del Fondo «Patrimonio dei mecenati di Irkutsk» Marina Kondrashiova.

L'argomento della tutela del patrimonio culturale è molto importante in qualsiasi parte del mondo. In ogni paese e città. Tramite questo progetto vogliamo unire le iniziative di tutte le comunità in ogni angolo del pianeta che si occupano della tutela dei monumenti architettonici, storici e culturali.

Siamo sicuri che soltanto insieme, scambiandoci delle esperienze e unendo i nostri sforzi, conserveremo l'eredità della cultura mondiale per le prossimae generazioni.

IL FORUM INTERNAZIONALE SULLA CUSTODIA DELL'ARCHITETTURA LIGNEA "LA CITTÀ VECCHIA NEL MONDO NUOVO".

Come conservare l'architettura lignea e il patrimonio storico e culturale nelle città russe? Tramite la creazione dei remake, stilizzati all'antica, o tramite un vero restauro professionale? È possibile conservare gli edifici di legno urbani per le generazioni future, garantendo una coesistenza dell'antichità in legno e dell'architettura moderna, tenendo conto delle esigenze di una città che si sta sviluppando?

Organizzato da una fondazione di beneficenza "l'eredità dei mecenati di Irkutsk", con supporto della fondazione della borsa premio del presidente della Federazione Russa, della Camera Civica della Federazione Russa, della Camera Civica della provincia di Irkutsk.

Il luogo di svolgimento è la città di Irkutsk, il lago di Baikal.

L'obbiettivo del forum è la preparazione di una proposta agli organi di potere federali e regionali sul miglioramento della situazione sulla custodia degli oggetti dell'architettura lignea , e anche di una discussione sulla creazione dei centri regionali metodologici delle risorse.

Nell'ambito del forum:
- la presentazione dell'esperienza internazionale e russa della ricostruzione e conservazione dei monumenti architettonici nei limiti dell'ambiente urbano;
- l'organizzazione di una discussione sulla formazione delle proposte agli organi di potere federali e regionali sul miglioramento della situazione nell'attività della custodia degli oggetti dell'architettura lignea , e la loro introduzione nel ricambio culturale ed economico, e la creazione dei centri regionali metodologici delle risorse.
- la presentazione delle pratiche migliori con la partecipazione dei residenti locali nella conservazione del patrimonio storico e culturale in diverse parti del mondo;
- l'assistenza alla formazione di una comunità internazionale unica dei conoscitori delle città antiche, che rappresentano una visione alle loro città e che formano una moda della custodia del patrimonio storico e culturale.

I partecipanti al forum sono esperti internazionali, scienziati, architetti, rappresentanti del governo e delle attività imprenditoriali , personaggi pubblici.
.
I NOSTRI PARTNER
CHI SIAMO ORGANIZZATORI
CONTATTI
L’Heritage Fund di Irkutsk Philanthropists (Urban Charitable Foundation della comunità di Irkutsk) è stato istituito il 25 aprile 2011 al fine di organizzare e coordinare il processo di sviluppo della carità a Irkutsk. Il Fondo si concentra inoltre sullo sviluppo della cooperazione interregionale e internazionale finalizzata alla formazione di comunità locali sostenibili, sviluppate a spese delle risorse interne, preservando il loro patrimonio naturale, culturale, spirituale e storico.
nasledie-office@nim.su
+7 (3952) 780-999
Russia, Irkutsk
ul.Chudotvorskaya, 1